Sostegno

Scuola media

Situazione: L’alunno disabile ha obiettivi minimi gli obiettivi minimi sono stabiliti dall’insegnante. Significa che taro la valutazione su quello che lui può fare. Posso preparare una prova scritta differenziata a obiettivi minimi. Se lui fa perfetti gli obiettivi minimi deve poter prendere voto 10. Lui ha il diritto di arrivare a 10. L’alunno alla fine del ciclo scolastico consegue il diploma di licenza media.

L’alunno ha il differenziato:

a)      Consegue il Diploma se può fare prove equipollenti (ovvero riconducibili alle prove di classe). Si precisa, vista la funzione della scuola secondaria di I° grado che ora si tende a dare sempre il diploma.

b)      Attestato di frequenza: Un caso gravissimo che non è in grado di sostenere in qualche modo prove riconducibili alle prove di classe; oppure non viene alle prove, ha crisi durante le prove anche se vengono rifatte ecc.

Scuola superiore

Situazione: L’alunno disabile ha obiettivi minimi.
Gli obiettivi minimi sono stabiliti dall’insegnante. Significa che taro la valutazione su quello che lui può fare. Posso preparare una prova scritta differenziata a obiettivi minimi. Se lui fa perfetti gli obiettivi minimi il voto è 10. Lui ha il diritto di arrivare a 10. Alla fine del ciclo consegue il diploma.

Situazione: Differenziato –> non da diritto al diploma. Il diploma delle superiori è un attestato abilitante alla professione (vedi geometra istituto tecnico) se non può raggiungere le competenze atte a esercitare una professione ottiene attestato di frequenza.

Questione DSA

Il discorso è simile agli obiettivi minimi. Posso dare al DSA verifica con 1 o più esercizi in meno, in inglese 6 frasi da fare invece che 10, o una verifica normalizzata (rimuove gli ostacoli di comprensione). Nota bene che se “faccio la fatica” di normalizzare una verifica per il DSA la do anche agli altri! E la valutazione parte da 10. Per un esempio di una verifica classica che viene normalizzata vedi questo esempio sul sito del Centro Territoriale di Supporto di Fano.

Questione individualizzazione-personalizzazione

Personalizzazione: modifica del modo di fare lezione e dei contenuti.

Individualizzazione: tenendo conto delle caratteristiche dell’alunno adatto il percorso facendo gli stessi contenuti.

Vi è confusione tra queste definizioni e l’applicazione nella normativa e nella modulistica per il sostegno: hanno invertito PEI e PDP rispetto alla normativa che parla di individualizzazione e personalizzazione.

Il PEI avrebbe dovuto essere PEP; il PDP avrebbe dovuto essere PDI!

La questione di queste due terminologie è sterile e non deve interessare il docente di sostegno che ha ben altro da fare!

estratto da cts fano